Senza categoria

La conoscenza di sé è importante?

L’introspezione ci aiuta a sapere cosa vogliamo nella vita per cercare di raggiungerlo.

La conoscenza di sé può essere definita come la capacità di conoscere noi stessi, cioè di sapere chi siamo, quali sono i nostri obiettivi, come vediamo noi stessi e come gli altri lo fanno. La maggior parte dei ricercatori suggerisce che essere consapevoli di se stessi aiuta a godere di una vita emotivamente piena. Ma non tutti sono in grado di guardarsi allo specchio e chiedersi chi sia veramente. E molti di quelli che presumono di sapere chi sono non si conoscono veramente. La verità è che non sempre sappiamo come approfondire noi stessi nel modo giusto.

Lo psicologo Tasha Eurich ha sottolineato che prestare attenzione alle nostre emozioni e ai nostri pensieri non è sempre buono. Lo studio che ha condotto gli ha permesso di sapere che l’introspezione che deriva dalla conoscenza di sé non sempre porta alla felicità, ma che in molte occasioni le persone che riflettevano su se stesse soffrivano di infelicità, stress e depressione. Il motivo è che non sempre è fatto correttamente.

La conoscenza di sé è utile per qualcosa? Funziona, ma finché l’introspezione è fatta bene. Pertanto, questa ricerca suggerisce che, piuttosto che continuamente chiedere: “Perché questo è accaduto?, Perché lo trovo?, Perché ho detto questo …?” Ci concentriamo sul cosa e il come ” Cosa mi fa stare male? Come posso dimostrare che ne valgo la pena? Che cosa è importante per me? ». Pertanto, non si tratta di cercare le cause che ci causano il disagio ma di entrare più a fondo nel problema;

Perché l’auto-conoscenza sia efficace, dobbiamo pensare di più alle soluzioni per ridurre questo disagio.

Invece di “perché è successo a me?” Possiamo chiederci “cosa è più importante per me?” O “cosa posso fare per cambiare?”

Se ci poniamo le domande giuste, l’introspezione ci aiuterà a guardarci allo specchio con sicurezza. Quindi, possiamo rispondere a domande fondamentali, come “Chi sono io?”, “Come posso inserirmi nel mondo?” E “Come mi vedo e come mi vedono gli altri?”

Perché la conoscenza di sé è importante?

Conoscere i nostri limiti e abilità ci aiuta a migliorare, perché possiamo superare il primi e approfittare di quest’ultime. Se ci chiediamo “cosa possiamo fare per superare le nostre paure” poi cambieremo le dinamiche e possiamo concentrarci non tanto sulla causa ma l’obiettivo: eliminare questi timori.

L’introspezione è estremamente utile anche sul posto di lavoro. Sapere dove si trovano i nostri limiti ci rende consapevoli di ciò che possiamo cambiare per raggiungere gli obiettivi che desideriamo. Ad esempio: volevamo ottenere quel progetto che ci piace così tanto, ma l’hanno dato ad un altro partner. Se ci chiediamo “perché non ci sono riuscito?” Aumenteremo la nostra rabbia e questo ci causerà più tristezza e disagio. E’ quindi meglio mettersi davanti allo specchio e chiedersi “come vediamo il nostro capo? Che cosa posso fare affinché il prossimo progetto sarà mio? È davvero importante per me per farlo?”. Le risposte che forniremo ci aiuteranno a conoscerci meglio e, soprattutto, a sentirci soddisfatti e pieni di ciò che abbiamo o di ciò che otteniamo.

Siete pronti a farvi le domande giuste?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...